Incontro in videoconferenza, ieri mattina, tra il sindaco Rinaldo Melucci, i vescovi della provincia di Taranto, tra i quali l’arcivescovo monsignor Filippo Santoro, il prefetto Demetrio Martino e i rappresentanti delle forze dell’ordine, per consentire lo svolgimento di alcuni tra i riti religiosi legati alla Settimana Santa, nel rispetto dei protocolli sanitari.

Niente assembramenti e comportamenti a rischio

La piena sinergia registrata tra le istituzioni presenti consentirà, nonostante le restrizioni, lo svolgimento di alcuni riti e cerimonie, patrimonio della cultura cittadina, evitando assembramenti e comportamenti a rischio, grazie alla rete di controlli istituita con il coordinamento di tutte le forze dell’ordine.

Esclusivamente all’interno dei luoghi di culto

Riti e cerimonie si svolgeranno esclusivamente all’interno dei luoghi di culto, rispettando le misure previste dal protocollo d’intesa siglato da Governo e Conferenza Episcopale Italiana: rispetto del distanziamento sociale, obbligo di indossare mascherine e curare l’igiene delle mani, divieto di ingresso per chi presenta sintomi influenzali/respiratori, temperatura corporea pari o superiore ai 37,5°C o sia stato in contatto nei giorni precedenti con persone positive al Covid.

Non saranno consentiti, inoltre, assembramenti e stazionamento al di fuori dei luoghi di culto cittadini.