Crocifisso

602

Il Crocifisso è una delle statue della Processione dei Misteri a Taranto.

La squadra del Crocifisso

Quattro confratelli in abito di rito, ad eccezione del cappello, a volto scoperto e piedi nudi (sdanghe) e quattro confratelli in abito scuro (forcelle).

Tutti e otto sorreggono le sdanghe sulle quali è posizionata la statua. Con il termine sdanga viene indicato sia il confratello portatore sia la barra di legno. Con il termine forcella viene indicato sia il confratello portatore sia la particolare asta di legno sormontata da una U di metallo.

Sia le sdanghe che le forcelle sono risultate aggiudicatarie del simbolo durante l’assemblea straordinaria della Domenica delle Palme. Sovente è presente anche una quinta forcella, intesa come portatore di riserva in caso di stanchezza o di necessità impellente della forcella aggiudicataria.

Dove è posizionata nella Processione dei Misteri

La statua del Crocifisso segue quella de La Cascata.

Tra le due statue sono presenti quattro Poste: ovvero quattro coppie di confratelli in abito di rito, con il cappuccio e il cappello, a piedi nudi. Alle sue spalle, dopo quattro coppie di Poste, si posiziona la Sacra Sindone.

Crocifisso simbolo di redenzione

“Era l’ora terza quando lo crocifissero. All’ora nona fattosi buio su tutta la terra, Gesù esclamò a gran voce «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?» Ed emettendo una alto grido spirò…”.

Statua senza nome ne datazione

Il simulacro del Crocifisso è una statua di cui non si conosce l’autore nè l’anno di realizzazione.

Facies Passionis

La statua del del Crocifisso è stata una delle quattordici esposte nella ultima edizione di Facies Passionis, la mostra che ospita a Taranto le più belle immagini della Settimana Santa.

Statua ambita durante l’aggiudicazione

Il Crocifisso è una delle più ambite durante l’aggiudicazione dei simboli della Domenica Palme.

Articolo precedenteVenerazione della Beata Vergine Addolorata
Articolo successivoLe Bande