Terminano questa sera alle 18, con al celebrazione della Santa Messa, le Solenni Quarantore in San Domenico Maggiore, in città vecchia a Taranto.

Per tre giorni la luce di Dio hai illuminato la mozzetta nera dei Confratelli della SS. Addolorata e San Domenico. Con il capo chino hanno adorato per quaranta ore nostro Signore Gesù. Dal 15 febbraio infatti il Santissimo Sacramento è stato esposto Solennemente per l’Adorazione da parte dei Confratelli, delle Consorelle e di tutti i Fedeli che hanno voluto partecipare.

Nel Cristianesimo le Quarantore, o Quarant’ore, indicano il periodo di tempo trascorso da Gesù Cristo fra la sua morte (venerdì pomeriggio) e la sua risurrezione (domenica mattina). La liturgia cattolica commemora quest’arco cronologico con la pubblica adorazione eucaristica del Santissimo Sacramento visibile nell’ostensorio solennemente esposto su di un trono con una residenza maestosa nel posto più alto e centrale dell’altare, pratica religiosa compiuta non soltanto durante il Triduo Pasquale ma anche in altre particolari occasioni, come domenica delle palme e lunedi e martedì santo.