Siamo entrati nel cuore dei luoghi simboli della Settimana Santa a Taranto.

Dopo esser saliti sul Pendìo e aver oltrepassato l’arco di San Domenico siamo entrati nei locali che ospitano l’Oratorio della Venerabile Confraternita della SS. Addolorata e San Domenico.

Qui dove i muri trasudano di storia e dove ogni giorno si respira l’aria dei Riti, abbiamo incontrato il Priore Raffaele Vecchi.

Da qualche anno è la nuova guida della Confraternita. Il sodalizio che dal 1670 è presente a Taranto. In un lungo racconto risponde alle nostre domande, svelandoci emozioni e descrivendo sensazioni che sono uniche e che parlano dell’intensa attività che la Confraternita svolge durante tutto l’anno.

Questo video è uno dei contenuti presenti in SettimanaSantaTaranto.it,  un’idea editoriale che vuole rappresentare una opera di costruzione con il web, di una sorta di ponte virtuale  fra quello che i nostri avi hanno realizzato e quello che i nostri nipoti dovranno tramandare, con unico scopo e obiettivo: tenere vive le nostre tradizioni, la nostra fede, quella ricca di passione, di amore e affetto. Una sorta di ritorno alle origini, alle radici della nostra storia, la stessa che ha unito, con immutato trasporto – centinaia di migliaia di fedeli ogni anno.

Un grande contenitore  che vuole documentare, ai fini della conservazione storica e divulgativa, la lunga notte a Taranto. Quella dei riti tarantini, una forma penitenziale che solo il cuore dei confratelli sa offrire. Dalla mezzanotte sul Pendìo di San Domenico fino alla Pasqua di Resurrezione.